comandi

Richiesta di chiarimenti al Presidente della Provincia

12 agosto 2014
Al Presidente della Provincia di Parma dr. Filippo Frittelli
Delegazione Trattante di parte Pubblica OO.SS. e RSU della Provincia di Parma

Constatiamo nei fatti la ferma “convinzione” dell’Amministrazione Provinciale nel ritenere che “l’organizzazione non è materia di concertazione”, oltre all’obbligatorietà di informazione preventiva anche degli atti organizzativi di competenza dei dirigenti (una determina di comando o mobilità incide nell’assetto organizzativo!), vogliamo ricordare anche i “protocolli” siglati dall’Amministrazione stessa con le OO.SS.…...

Abbiamo inoltrato diverse note con chiarimenti, senza avere nessun riscontro; con la presente siamo a chiedere nota scritta relativa a quanto sotto specificato:

  1. elenchi inviati alla Regione relativi al personale operante su funzioni delegate e oggetto di riordino ….
  2. nota pubblicata all’Albo n. 1985/2015 Prot. 53845/2015, da cui apprendiamo, che sono state modificate le “linee di indirizzo” sulla mobilità e comandi dei dipendenti …..
  3. La Regione intende assumere nel mese di settembre p.v. gli atti definitivi per accollarsi il personale operante su funzioni delegate con eventuali integrazioni per personale operante su servizi trasversali e eventuali cessazioni avvenute dopo aprile 2014,…..
  4. Si chiede aggiornamento sulla definizione della dotazione organica necessaria e economicamente sostenibile per la gestione delle funzioni proprie dell’Ente.. Quanto specificato nel secondo e terzo punto del dispositivo del Decreto Presidenziale Prot. n.53845/2015, lascia presupporre una già avvenuta valutazione dell’organico necessario esostenibile per gestione della funzioni proprie, …..

scarica il testo completo del comunicato
 

Lettera aperta al Presidente della Provincia Filippo Frittelli

01 agosto 2015
Da mesi ormai chiediamo all’amministrazione di attuare una politica sul personale improntata alla trasparenza e alla correttezza.
Ricordando a tutti che questo è stato inoltre il principio di fondo del protocollo d’intesa firmato presso la Prefettura di Parma tra il Presidente della Provincia dott. Fritelli e le OO.SS.
Da mesi contestiamo e motiviamo il nostro dissenso sul percorso di riordino intrapreso da questa Amministrazione: riorganizzazioni molteplici e inutili; spostamenti di personale; mancanza di rispetto delle normative nazionali e degli step attuativi fissati dalle stesse, per finire con l’adozione dello strumento del “comando” del personale presso alcuni comuni del territorio.
Il censimento delle disponibilità di posti nei comuni del territorio (attuata attraverso la tempestiva adozione dei piani di fabbisogno) avrebbe dovuto garantire prioritariamente la ricollocazione degli esuberi di personale risultanti dal riordino in atto, contribuendo ad alleggerire i costi del personale, ridotti per legge del 50%, sulle funzioni fondamentali e trasversali.  .......

scarica il testo completo del comunicato
 

Pagine