Giugno 2020

COMUNICATI - modifica dell’art. 26 e proposta art.87 c.3 DL 18/2020

COMUNICATO

Parte 1
art. 26 del DL 18/2020 (L. 27/2020)
Esprimiamo il nostro più vivo compiacimento per la modifica dell’art. 26 del DL 18/2020, apportata in sede di conversione in Legge 27 del 24/4/2020.
Sulla materia il CSA era intervenuto con l’allegata nota del 3/4/2020 denunciando i gravi disagi cui andavano incontro i dipendenti per il riconoscimento dei benefici previsti.
La norma approvata fa finalmente chiarezza sulle competenze e mette i dipendenti aventi diritto nelle condizioni di richiedere la certificazione direttamente al medico di base, esentando peraltro quest’ultimo da eventuali responsabilità derivanti da fatto illecito di terzi nel riconoscimento dello stato invalidante.

Parte 2
art. 87, comma 3 del DL 18/2020 (L. 27/2020)
La scrivente O.S. ritiene opportuno richiedere alle SS.LL. di valutare la necessità di uno specifico intervento normativo, all’interno dell’adottando “Decreto aprile”, per fornire un chiarimento risolutivo in merito all’impossibilità di ricorrere all’imposizione della fruizione delle ferie dell’anno in corso al personale dei settori pubblico e privato quale misura per la limitazione della presenza del personale negli uffici, nell’ambito delle complessive misure di contenimento del contagio da COVID 19.

per il quale si propone la seguente formulazione al comma 3 dell’articolo 87 del DL 18/2020, convertito nella L. 27/2020, il termine “pregresse” è sostituito dalle parole “relative agli anni 2019 e precedenti, e comunque nel rispetto della disciplina contrattuale vigente nel comparto di riferimento”.