Aprile 2016

FONDO PRODUTTIVITA DIPENDENTI 2016 - COMUNE DI PARMA

Sintesi degli incontri del 12 marzo e del 18 aprile, i particolari nel comunicato
(leggi tutto il comunicato)

L’incontro si è svolto alla presenza del Direttore Generale Dr. Giorgi, Dr.ssa Signifredi, Dr. Noè, Dr.ssa Segalini – sig.ra Azzali e Cgil FP; Cisl FP, Uil FLP; Direl ; RSU.

Il Direttore Generale, nell’aprire l’incontro, informa che nell’ultimo Comitato di Direzione è stato deciso di, stante l’ultimo anno di mandato di questa Amministrazione, prorogare le posizioni organizzative in scadenza come principio generale. Ciascun dirigente farà le proprie valutazioni di opportunità. In particolare, le posizioni organizzative saranno prorogate fino a settembre 2017. Verranno bandite le posizioni organizzative di nuova istituzione e quelle che cesseranno per la quiescienza dei dipendenti.
A tal proposito, la nostra O.S. ha fatto verbalizzare che ritiene illegittima la proroga delle posizioni organizzative ben oltre il mandato dell’attuale Sindaco. Ci è stato risposto che tale decisione è finalizzata a garantire la continuità amministrativa oltre fine mandato al fine di raggiungere il completamento degli obiettivi.
....
In merito alle cessazioni di personale dipendente non dirigente: saranno 29 nel 2016. Molte figure amministrative andranno in quiescienza, pertanto è necessario sostituirle. Nel 2015 sono stati 2 i dirigenti in quiescienza; nel 2016 sono previste 2 cessazioni di figure dirigenziali ed 1 nel 2017. In merito alle assunzioni il Direttore Generale ha affermato che saranno 44. Le assunzioni saranno possibili utilizzando i resti degli anni precedenti. Sono state sbloccate le possibilità di assunzione nei profili vari della P.M. la capacità assunzionale è il 25%, la mobilità è neutra e quindi al di fuori del 25% ed anche le assunzioni dei dipendenti della Provincia.
.....

IPOTESI ACCORDO QUADRO COMPARTI PUBBLICO IMPIEGO

Dopo circa sei mesi dall'avvio delle trattative, lo scorso 5 aprile è stata firmata l'ipotesi di Accordo quadro che definisce i nuovi comparti di contrattazione e le relative aree dirigenziali per il triennio 2016-2018.

I comparti di contrattazione passano così da 11 a 4, in linea con l'art. 40, comma 2 del decreto legislativo n. 165 del 2001 riformato dal Decreto Brunetta, che prevedeva un tetto massimo di quattro comparti.

I nuovi comparti sono:
Funzioni centrali, nel quale confluiscono gli attuali comparti Ministeri, Agenzie fiscali, Enti pubblici non economici, Enti di cui all'art. 70 del d.lgs. n. 165/2001 c.d. "parastato");

Funzioni Locali, che muta solo in nome del vecchio comparto "Regioni e autonomie locali";

Istruzione e ricerca, nel quale confluiscono gli attuali comparti Scuola, Accademie e conservatori, Università, Enti pubblici di ricerca, Enti di cui all'art. 70 del d.lgs. n. 165/2001;

Sanità, che non muta sostanzialmente la sua fisionomia, ricomprendendo gli enti ed aziende dell'attuale comparto Sanità.

L'Accordo ha anche operato una ridefinizione delle aree della dirigenza pubblica.

..... (leggi l'ipotesi d'accordo firmata il 05 aprile 2016)
 

ROMA - CONVEGNO POLIZIE LOCALI

LO STATO ITALIANO E L'UNIONE EUROPEA CHIAMATI IN CAUSA AL CONVEGNO NAZIONALE DELLA POLIZIA LOCALE-SALA ISMA, SENATO DELLA REPUBBLICA- ROMA 5 APRILE 2016

Un'atmosfera carica di grande interesse si percepiva nella sala ISMA del Senato, dove gli  esponenti delle delegazioni della Polizia Locale d'Italia si sono confrontati sul DDL 1571 (Di Biagio, Cuomo ed altri) concernente lo "Status" della Polizia Locale d'Italia.

In una sala colma di Poliziotti Locali, il Presidente Luigi Marucci, Responsabile del Dipartimento Polizia Locale CSA/OSPOL, ha introdotto, dopo un caloroso saluto ai partecipanti, ai relatori e alle Autorità presenti, il Senatore Aldo Di Biagio relatore del DDL 1571, che è stato accolto con un sentito ed unanime applauso.

I partecipanti, nell'ascoltare l'intervento del Sen. Di Biagio, sono piombati in un silenzio partecipato, compiaciuti e condividendo la sua relazione (per leggere la relazione cliccare sul link qui sotto)